Sistemi antistatici: c’è barra e barra! Le barre elettrostatiche non sono tutte uguali

Nov 25, 2021 | Cause & Rimedi | 0 commenti

a Home $ Cause & Rimedi $ Sistemi antistatici: c’è barra e barra! Le barre elettrostatiche non sono tutte uguali

Le cariche elettriche si formano durante la lavorazione industriale e si trasferiscono sui materiali neutri, cambiando la loro condizione naturale. Per risolvere questo problema e tutto ciò che ne deriva – aumento degli scarti, scosse, pericolo di incendi – si possono installare dei sistemi antistatici, come le barre ionizzanti. 

Le esigenze di un impianto di produzione cambiano, però, a seconda del settore e del tipo di lavorazione: di conseguenza, trovare la soluzione migliore non è così immediato, ma richiede conoscenza ed esperienza. Anche le barre, infatti, non sono tutte uguali.

C’è barra ionizzante e barra ionizzante: ecco come capire quale sistema è più adatto al tuo caso

Le barre antistatiche sono dispositivi che si basano sul principio della ionizzazione dell’aria. Per eliminare il problema delle cariche sulla linea di produzione, vengono installate in un punto della macchina e ionizzano l’aria circostante: in questo modo, neutralizzano le cariche presenti sui pezzi in lavorazione e sul macchinario stesso. 

Una prima differenza è che le barre possono funzionare a corrente continua (DC) o a corrente alternata (AC); ce ne sono poi alcune specifiche per gli ambienti di lavoro pericolosi (ATEX) in cui gas, vapori, liquidi infiammabili e polveri combustibili che possono causare incendi ed esplosioni.

Barre antistatiche attive e passive

Un’altra differenza tra le barre antistatiche è che possono essere attive o passive.

Le prime sono quelle più diffuse, e si utilizzano nelle macchine che lavorano ad alte velocità materiali che sono poco conduttori, come la plastica. Alimentate a corrente, ionizzano l’aria per neutralizzare le cariche presenti.

Esistono, però, anche le barre passive, che sono meno utilizzate. La loro funzione è quella di conduttore: non hanno bisogno di alimentazione e, una volta installate, scaricano a terra la carica elettrostatica. Trovano applicazione sulle macchine che lavorano a velocità contenuta. 

Barre antistatiche e settori di applicazione

La scelta delle barre antistatiche da installare dipende principalmente dal settore industriale in cui opera l’azienda, al quale sono collegati altri fattori: 

  • il tipo di materiali lavorati;
  • l’ambiente di lavoro e la presenza o meno di personale.

Alcune barre, infatti, sono adatte alle macchine industriali – come, per esempio, le barre antistatiche Meech, di cui siamo rivenditori esclusivi per l’Italia – mentre ce sono altre più più leggere, da preferire nei casi in cui il lavoro è per lo più manuale e non ci sono macchine automatiche. 

Elettronica e settore medicale

Le industrie elettronica e biomedicale sono due esempi di settori in cui non c’è bisogno di avere componenti particolarmente resistenti, e dove non si raggiungono grandi livelli di automazione per quanto riguarda i macchinari. Molte lavorazioni avvengono a mano e c’è una forte presenza di personale. 

Le barre antistatiche ionizzano l’aria di ambienti piccoli: stanze o zone nelle quali vengono fatte certe lavorazioni, che spesso sono manuali. Una barra leggera, che utilizza un sistema di connessione simile alla presa di rete, in questi casi è sufficiente a garantire delle buone prestazioni e a eliminare i problemi legati all’accumulo di cariche.

Packaging alimentare, stampa e tessile

In questi settori, la produzione si serve di macchinari a velocità elevate. Le macchine che impacchettano prodotti alimentari, che stampano etichette in plastica o carta, e che lavorano fibre, filati e tessuti, infatti, sono di grandi dimensioni e operano molto velocemente, spesso con una presenza ridotta di personale. Lo sfregamento tra macchina e materiale, e tra i materiali stessi, produce delle cariche elettrostatiche che si accumulano e rallentano la produzione, causano un aumento degli scarti e mettono in pericolo gli operatori. 

In questi casi, la soluzione è un sistema ideato appositamente per ambienti con forte automazione e macchine di grandi dimensioni. Si tratta di barre più robuste, realizzate con materiali molto resistenti allo sporco e agli urti, alimentate in maniera differente rispetto a quelle per ambienti ridotti. 

Converting

Velocità di lavorazione, temperatura e umidità dell’ambiente influenzano la produzione e l’accumulo di cariche. Laminati, film plastici adesivi, cartacei e siliconati lavorati nel converting si polarizzano durante i processi industriali. La soluzione è l’impiego di barre antistatiche pensate per le lavorazioni ad alte velocità, che neutralizzino l’energia statica.

Lavorazione delle plastiche

Anche la plastica è un materiale neutro, come i filati e la carta, che viene lavorato ad alte velocità. Per evitare che si accumuli energia statica, nelle linee di produzione occorrono delle barre antistatiche robuste e potenti, studiate per i macchinari di grandi dimensioni e per gli ambienti con ridotta presenza di personale. 

Perché scegliere le barre Meech

Lo studio, la comprensione e il controllo dell’elettricità statica sono l’obiettivo di Meech fin dagli anni ’60. L’azienda produce e fornisce un’ampia gamma di prodotti elettrostatici, per la protezione e la misurazione antistatica, la generazione di elettricità statica, il controllo e l’eliminazione delle cariche:

  • test statici e misuratori statici
  • barre antistatiche e barre ionizzanti
  • soffianti ionizzanti
  • pistole e ugelli ionizzanti
  • barriere d’aria antistatiche ionizzanti
  • alimentatori ionizzatori
  • barre e teste di generazione statica
  • generatori elettrostatici.

Meech ha scelto di specializzarsi sui sistemi ionizzanti, attraverso team di esperti e un avanzato settore di ricerca e sviluppo. Oggi la rete di distribuzione copre oltre 50 paesi e le sue barre sono tra le più performanti disponibili sul mercato

Professionisti dei sistemi antistatici

Scegliere i sistemi antistatici Meech vuol dire per prima cosa puntare su un prodotto di qualità, certificato secondo standard internazionali attraverso i marchi CE e UL/CSA (CUL) e le approvazioni ATEX e UL “EX”.

L’esperienza dell’azienda britannica è affiancata da quella di chi, come noi di Barreantistatiche.it, ha puntato sull’eccellenza: da vent’anni siamo rivenditori esclusivi di Meech per l’Italia, ma il nostro obiettivo non è soltanto la vendita.

Per aiutare le aziende a risolvere il problema delle cariche elettrostatiche, offriamo consulenze personalizzate grazie alle quali i nostri tecnici potranno individuare la soluzione migliore, studiata sulle esigenze delle tua linea produttiva. Dopo un sopralluogo e un’analisi attenta e dettagliata, che tiene conto di ogni fattore decisivo, ti proporremo i prodotti più adatti a eliminare l’accumulo di energia statica e salvaguardare le macchine e gli operatori. 

Contattaci per richiedere una consulenza.

I nostri tecnici sono a tua disposizione per una consulenza.

La nostra consulenza prevede:

0. Analisi preliminare della tua situazione specifica, in videochiamata o per telefono
1. Sopralluogo in azienda, misurazione della carica e test di prodotto sulla macchina
2. Scelta della soluzione più adatta
Siamo rivenditori esclusivi per l’Italia delle barre elettrostatiche Meech, una delle pochissime aziende del settore ad aver compreso realmente qual è il ruolo dell’elettricità statica nei processi produttivi e che realizza barre ionizzanti estremamente performanti, tra le migliori sul mercato.
3. Assistenza post-vendita