Produzione fallata e scarsa qualità. L’attrazione delle polveri all’origine del problema

Feb 17, 2021 | Cause & Rimedi | 0 commenti

a Home $ Cause & Rimedi $ Produzione fallata e scarsa qualità. L’attrazione delle polveri all’origine del problema

Da qualche tempo i clienti lamentano un peggioramento nella qualità dei tuoi prodotti? E magari, in parallelo, il controllo qualità ha bloccato troppi articoli per soddisfare adeguatamente gli ordini. All’origine del problema potrebbe esserci l’attrazione delle polveri sui materiali, causata dall’accumulo delle cariche elettrostatiche durante il processo di produzione.

Le cariche elettrostatiche si formano quando si lavorano ad alte velocità materiali elettricamente bilanciati che, in condizioni normali, hanno lo stesso numero di cariche positive e negative. Quando questi materiali entrano in attrito contro altri materiali o contro parti della macchina, l’equilibrio si rompe e si genera una carica elettrica. L’elettricità statica attira polvere, impurità, sfridi e insetti sul materiale. Le particelle vi restano attaccate e quello che si ottiene è un prodotto impuro, che non rispetta gli standard di qualità previsti e che pertanto deve essere scartato.

Stampa, automotive, lavorazione della plastica, packaging: i settori colpiti dal problema dell’attrazione delle polveri sono diversi 

Le aziende che impiegano macchine automatiche, e in particolare quelle che stampano, saldano, verniciano superfici e trattano materiali plastici, sono quelle più interessate dal fenomeno dell’attrazione delle polveri (e dei problemi di qualità che ne conseguono).

Settore della stampa: l’effetto delle cariche su bobine, film e stampi 

Nel settore della stampa il problema si verifica perché l’energia statica si accumula sulle bobine attirando la polvere e altri particolati che gravitano intorno alla macchina  e che si depositano sul materiale, rimanendo incollati.

Le cariche elettrostatiche causano anche altri problemi che danneggiano la qualità dei prodotti:

  • causano movimenti che, seppur millimetrici, peggiorano la qualità di stampa;
  • se gli inchiostri usati sono sensibili alle cariche elettrostatiche, si possono formare delle sbavature;
  • se il film plastico si attacca ai rulli questi non possono scorrere correttamente.

Automotive, lavorazione della plastica, packaging

Anche nel settore automobilistico le polveri possono causare gravi problemi di qualità. In questo contesto, infatti, l’attenzione per i dettagli è altissima. Bastano pochi granelli di impurità – depositati sui componenti plastici del paraurti o dei rivestimenti interni dell’auto, prima della verniciatura, o sui componenti dei monitor di auto e moto – per compromettere un intero lotto. Durante la lavorazione, le polveri si depositano sulla plastica e, una volta passata la vernice, è impossibile eliminarle, perché hanno ormai aderito al materiale. 

Un altro settore in cui il problema dell’attrazione delle polveri si presenta più spesso è quello della lavorazione della plastica, dove le macchine per lo stampaggio di componenti plastici attraggono polvere, vapori e insetti che si depositano sui componenti. Qui il problema causato dalle cariche è duplice: non solo l’energia statica contamina il materiale, ma causa anche movimenti che compromettono la qualità del prodotto finito.

Non è immune dal fenomeno dell’attrazione delle polveri nemmeno il settore del packaging, dove le polveri possono depositarsi sulla sigillatura delle confezioni e impedirne la chiusura perfetta. Il risultato è un prodotto contaminato e difettoso, che non ha le caratteristiche per superare il controllo qualità. In questo settore, dove le macchine devono avvolgere e tagliare velocemente film plastici, la presenza di polveri sul materiale può anche modificare i tagli e creare ulteriori difetti.

Stop all’attrazione delle polveri con le barre elettrostatiche

Per evitare l’attrazione delle polveri sui materiali è necessario eliminare le cariche elettrostatiche.

Come? Installando sul macchinario una o più barre elettrostatiche o ionizzanti, che neutralizzano l’accumulo di energia statica scomponendo gli atomi dell’aria in ioni positivi e ioni negativi e ripristinando l’equilibrio elettrico dei materiali.

Scopri di più sulle soluzioni per abbattere le cariche elettrostatiche

 

I nostri tecnici sono a tua disposizione per una consulenza.

La nostra consulenza prevede:

0. Analisi preliminare della tua situazione specifica, in videochiamata o per telefono
1. Sopralluogo in azienda, misurazione della carica e test di prodotto sulla macchina
2. Scelta della soluzione più adatta
Siamo rivenditori esclusivi per l’Italia delle barre elettrostatiche Meech, una delle pochissime aziende del settore ad aver compreso realmente qual è il ruolo dell’elettricità statica nei processi produttivi e che realizza barre ionizzanti estremamente performanti, tra le migliori sul mercato.
3. Assistenza post-vendita